mercoledì 18 luglio 2012

Yogurt bulgaro fatto in casa (senza yogurtiera)

Lo sapevate che lo yogurt è di origine Bulgara? Si deve infatti ad un medico bulgaro la scoperta del lactobacillus bulgaricus, uno dei principali batteri che favorendo il processo di fermentazione del latte, viene utilizzato per la produzione dello yogurt. Quest'ultimo è un alimento base della nostra cucina, impiegato non solo per preparare ed accompagnare i dolci, ma anche nella cucina di primi e secondi piatti.
Vi ricordate questa ricetta di banitsa bulgara? Anche questa si mangia accompagnata con lo yogurt.  Prossimamente vi illustrerò alcuni ricette tradizionali bulgare a base di yogurt, ma ora cominciamo con la preparazione base.
Nella mia dieta quotidiana non manca mai, mi piace in tutte le sue forme, esclusa la versione magra, che non fa proprio per me. Quando ho un po' di tempo libero, cerco di prepararlo da sola. Quest'estate anche il Ministero della Salute lo consiglia per combattere il caldo.
Vi lascio la mia ricetta, così come me l'ha insegnata, quando ero ancora una bambina, la mia cara nonna.





Ingredienti
1 litro di latte intero (se vi piace più denso potete sostituire una parte del latte con della panna liquida)
125 gr yogurt intero (io uso lo yogurt Vipiteno)

Preparazione
Mettere il latte in una pentola e farlo riscaldare a bagnomaria. Quando l'acqua comincia a bollire togliere dal fuoco. Lasciarlo poi raffreddare finché non raggiunge la temperatura di 35-40 gradi. Aggiungere quindi lo yogurt e mescolare bene. Mettere subito il composto in vasetti e chiuderli ermeticamente con i loro coperchi. Per favorire il processo di fermentazione, avvolgere i vasetti molto bene con diverse coperte oppure con una sola coperta che poi inserirete dentro una borsa termica. Lasciare riposare i vasetti al caldo per circa 10 ore, dopodiché metterli in frigo per almeno 2-3 ore.
Può essere mangiato al naturale oppure con frutta o marmellata (magari anche questa preparata in casa).
Buon appetito!

8 commenti:

  1. mai provato a fare lo yogurt in casa, tantomeno bulgaro, segno la ricetta, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  2. E' da provare prendo appunti
    ciao

    RispondiElimina
  3. Finalmente lo yogurt senza yogurtiera! Hai esaudito un mio desiderio.

    RispondiElimina
  4. Nn sapevo che lo yogurt fosse di origine bulgara...credevo greca io...ho imparato una cosa nuova, anzi due, farlo in casa senza yogurtiera! Grazie!!!

    RispondiElimina
  5. Grazie Dessi per il tuo commento. Questo yogurt è uno spettacolo. Mi prendo le dritte e provo a farlo.
    Volevo anche invitarti al mio primo contest, mi farebbe tanto piacere averti fra le partecipanti.
    Un abbraccio, Pat

    RispondiElimina
  6. Non sapevo dell'origine bulgara delllo yogurt; hai fornito delle informazioni davvero interessanti, brava e Grazie per questo utile post.

    RispondiElimina
  7. Sono una gran consumatrice di yogurt e se ultimamente lo faccio da me quando posso, qualche anno fa lo preparavo a ciclo continuo :D

    RispondiElimina
  8. @ Silvia, Stefania, fattemi sapere!
    @ Cuoca tra le nuvole, mi fa piacere:-)
    @ Kiara, Claudia, in effetti non è un fatto molto conosciuto, ma il lactobacillus bulgaricus parla delle sue origini.
    @ Patty, anche io provo a partecipare da te! Molto stimolante il tuo contest!
    @ Milen, anche io gran consumatrice, e non manca mai nel mio frigo!
    Dessi

    RispondiElimina